(+39) 380-683 9990info@cmcvalpolicella.it

Fiat 500 Abarth

Fiat 500 Abarth

per-hour-rate
Al giorno
280 €
per-day-rate
Per weekend
440 €
per-hour-rate
Per matrimonio
guarda le nostre promozioni
Nome: Fiat 500 Abarth
Produttore: Fiat
Produzione: dal 1966 al 1970
Vedi Le Nostre Promozioni

    Limousine Booking











    • Anno di Immatricolazione: 
    • Carrozzeria: 
    • Posti a sedere: 
    • Numero porte:  

    • Cilindrata cm3: 

    • Numeri cilindri: 

    • Velocità max: 

    • Accelerazione 0-100 km/h: 

    • Potenza kw: 

    • Trazione: posteriore

    • Cambio: 
    • Alimentazione: benzina

    • Capacità Serbatoio: 

    • Omologazione antinquinamento: euro 0

    • Altezza: 
    • Lunghezza: 
    • Larghezza: 

    • Bagaglio (min/max): 

    • Massa a pieno carico: 

    • Peso: 

    Nata come scuderia sportiva nel 1949 la Abarth, fondata da Karl Abarth, produceva per case automobilistiche già affermate come Alfa Romeo, Porsche, Fiat, Lancia e Simca marmitte sportive.

    Le prime autovetture sportive prodotte venivano assemblate partendo da telai Cisitalia, altro storico produttore automobilistico italiano, ma il vero balzo in avanti lo fecero con la specializzazione in modifiche per la FIAT debuttando con la Fiat 600.

    La versione “pepata” del Cinquino non si fece attendere molto infatti venne presentata già al Salone di Torino nel 1957.

    Nel caso della Nuova 500 le vetture uscivano dalla FIAT prive di cruscotto, volante, motore e scarico, i quali venivano poi successivamente montati da Abarth.

    Lo Scorpione seguì l’evoluzione del modello di derivazione presentando la 595 nel 1963 su base 500D e la 695 nel 1965 su base 500F.

    Furono inoltre importanti anche i popolari kit di trasformazione Abarth per la Fiat Nuova 500, che miglioravano notevolmente le prestazioni di base mantenendo la macchina utilizzabile anche in strada.

    Il kit era composto da cruscotto (con strumentazione specifica provvista di tachimetro, contachilometri, contagiri, indicatore livello carburante e temperatura olio), volante a 3 razze con simbolo Abarth,  carburatore doppio corpo (Solex C 28 PBJ montato su apposito alloggiamento in alluminio), coppa olio in alluminio, sistema di aspirazione e scarico elaborato.

    Sulle versioni ufficiali inoltre il portellone posteriore veniva rialzato con dei fermi per aumentare il raffreddamento del motore e quindi la sua efficienza.